La Fondazione Cattolica all’Assemblea

Con una dotazione complessiva di due milioni di euro, la Fondazione Cattolica ha accolto nel corso del 2013 oltre 255 richieste di finanziamento stanziando circa 1,6 milioni di euro di contributi

VIDEO

FOTO

ALLEGATI

In concomitanza con l’annuale assemblea dei Soci di Cattolica, al Bilancio Sociale è affidato il compito di raccontare l’impatto economico, sociale e culturale dei processi decisionali messi in atto dal Gruppo.

Per il 2013, in aggiunta ai principali indicatori economici (vedi anche il comunicato in allegato), questo importante strumento si arricchisce di nuove sezioni che documentano i progetti, gli strumenti e le iniziative di responsabilità sociale d’impresa che Cattolica ha portato avanti in linea con la sua natura cooperativa a beneficio dei propri dipendenti e collaboratori, nei confronti degli stakeholders e del territorio.

 

LA FONDAZIONE

Con una dotazione complessiva di due milioni di euro, la Fondazione Cattolica ha accolto nel corso del 2013 oltre 255 richieste di finanziamento stanziando circa 1,6 milioni di euro di contributi a favore di iniziative ricadenti nei quattro ambiti in cui la Fondazione stessa opera: assistenza sociale, educazione, cultura, studio e ricerca. Con il Bando delle Idee, inoltre, la Fondazione ha esteso la sua capacità di ascolto a un numero maggiore di associazioni e territori selezionando e avviando 29 progetti. I progetti hanno riguardato iniziative a sostegno delle categorie più svantaggiate, dai disabili ai nuovi poveri creati dalla crisi degli ultimi anni.

In linea con le indicazioni del Cda, la Fondazione ha risposto alle richieste di intervento provenienti delle realtà più colpite dalla crisi e dai soggetti deboli mettendo in campo iniziative a sostegno delle famiglie e dei disabili e promuovendo la lotta alle nuove povertà, in dialogo costante con le comunità e con le associazioni già attive sul territorio. Tutto ciò senza tralasciare gli ambiti dell’educazione, dell’istruzione e delle attività culturali.

 

comments powered by Disqus