Euritmie: talenti speciali accedono alla musica

Il 2 aprile, in occasione della Giornata Mondiale dell'Autismo, torna la rassegna di eventi artistici e culturali che dà spazio ai talenti e alle forme di espressione delle persone autistiche. Dall'1 al 6 aprile la Gran Guardia si tingerà di blu, il colore simbolo dell'autismo

VIDEO

FOTO

ALLEGATI

Il 2 aprile, in occasione della Giornata mondiale dell’Autismo, si svolgerà alla Gran Guardia di Verona la seconda edizione di “Euritmie: talenti speciali accedono alla musica”.

Euritmie è una rassegna di eventi artistici, culturali e scientifici dedicati al tema dell’autismo e alle diverse forme d’espressione che lo rappresentano. L’obiettivo dell’iniziativa è duplice: informare e sensibilizzare le persone sui “disturbi dello spettro autistico” e dare spazio all’espressione dei talenti e delle abilità di chi soffre di questa malattia che in Europa colpisce un bambino ogni 150 nati.

Il tema del 2015 sarà la musica, considerata non solo come mezzo terapeutico ma anche come talento speciale di persone affette da autismo. In programma (in allegato) una serie di incontri, laboratori e spettacoli musicali a ingresso libero. Si inizia alle 15, fino alle 21, nella sala bouvette della Gran Guardia con un convegno sul tema “Euritmie nella musica”, a seguire la sfilata in piazza Bra della Marching Stomp Band, con installazioni video dei musical L’Odissea (Cars Verona 2010) e Autism: the Musical (Los Angeles 1980). Intermezzi musicali a cura di Andreaceleste Broggio (arpa) e Nori Namritha (canto).

La manifestazione è organizzata da Autismi Verona, sodalizio che riunisce le varie associazioni che si occupano del tema a Verona e provincia, e l’Unità operativa complessa di Neuropsichiatria infantile dell’azienda ospedaliera integrata di Verona con il supporto di Agsm e Fondazione Cattolica Assicurazioni ed i patrocini di Università degli Studi di Verona, Provincia di Verona, Comune di Verona, Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, ULSS 20, ULSS 21, ULSS 22 e Conservatorio Musicale di Verona.

comments powered by Disqus