Cattolica rafforza il team manageriale

L'obiettivo, dice l'Ad Giovan Battista Mazzucchelli, è l'aumento dell'efficienza del Gruppo in linea con gli obiettivi del Piano. Maggiori deleghe al management nell'ambito della nuova struttura organizzativa.

VIDEO

FOTO

ALLEGATI

Tre importanti innesti e un riassetto delle governance. Con queste mosse Cattolica Assicurazioni si prepara a dare concreta attuazione alla fase dello sviluppo della Compagnia, «Abbiamo rivisto il sistema organizzativo per aumentare l’efficienza ma anche per dare maggiori deleghe al management e per consentire alla squadra di crescere», spiega l’amministratore delegato, Giovan Battista Mazzucchelli.

Il riassetto ha previsto in particolare la nascita di una funzione in staff che fa capo a Mazzucchelli, che si occupa di finanza, pianificazione e controllo ed è guidata dal CFO e vicedirettore generale, Carlo Ferraresi. Da lui è coordinata quindi l’area pianificazione e controllo di gestione, che ha visto il recente ingresso di Attanasio Pantarrotas, con un passato da analista finanziario (Keples Cheuvreux).

Mentre l’attività assicurativa è stata divisa in due. Da una parte l’area tecnica, guidata dal direttore generale, Marco Cardinaletti, che controlla sia il Danni sia il Vita, dove è appena entrato  Fabio Bastia come responsabile della direzione tecnica Vita di Gruppo. Dall’altra c’è l’area mercati e operations, guidata dal direttore generale, Flavio Piva, che coordina tutte le reti distributive, comprese banche ed enti religiosi (mondo storicamente vicino a Cattolica) oltre ai progetti di innovazione. Anche in questo caso c’è stato un potenziamento della squadra, con l’arrivo di Marco Lamola, proveniente da Allianz, come direttore distribuzione e marketing.

(da MF del 10/2/2015)

comments powered by Disqus